logo pubblica assistenza

Scheda " sincope "


immagine argomento La sincope è una perdita improvvisa e temporanea di coscienza caratterizzata da insorgenza rapida, breve durata e recupero completo e spontaneo.
Se la causa non risiede in patologie cardiache, si tratta di un disturbo totalmente benigno.


La causa della sincope è una transitoria ipoperfusione cerebrale dovuta a un calo pressorio.

L’esordio della sincope può essere improvviso oppure preceduto da una serie di sintomi premonitori (prodromi) come capogiri, sudorazione, nausea, astenia.
La sincope è un sintomo di frequente riscontro nella pratica clinica ed è responsabile circa dell’1-3% degli accessi in pronto soccorso.

La sincope può avere esordio improvviso oppure essere preceduta da sintomi, detti prodromi, quali: capogiri, sudorazione, nausea, astenia.

La sincope può avere cause diverse, talvolta è conseguenza di malattie cardiache e può rappresentare la prima avvisaglia di un evento cardiaco che può rivelarsi anche fatale.
In questa forma, frequente soprattutto in persone anziane, la sincope va trattata con la massima urgenza portando il paziente in pronto soccorso.
La European Society of Cardiology, nelle sue recenti Linee Guida sulla Sincope, identifica tre principali classi eziologiche:
- la sincope neuromediata
- la sincope da ipotensione ortostatica
- la sincope cardiaca.


Quest’ultima include le forme aritmiche (bradiaritmie e tachiaritmie) e quelle da malattia strutturale cardiaca (infarto miocardico, valvulopatie) o vascolare come l’embolia polmonare, la dissecazione aortica.
La sincope neuro-mediata (o vasovagale) deriva da un’anomalia transitoria nel funzionamento del sistema nervoso autonomo, deputato al regolamento della pressione arteriosa e della frequenza cardiaca.
Le sincopi di origine neuro-mediata sono le più frequenti nella popolazione generale, colpiscono soprattutto i giovani e sono un disturbo completamente benigno, autolimitantesi.

Il possibile problema è legato agli effetti della caduta, cioè al trauma cranico o a una frattura del bacino o del femore, che possono accompagnarsi a una sincope che insorga in posizione eretta.

Alcuni accorgimenti possono ridurre il rischio sincope:
- bere molta acqua e assicurarsi un corretto apporto di sale,
- evitare di rimanere a lungo in piedi senza muoversi,
- cercare di passare dalla posizione seduta a quella eretta con calma, evitando movimenti bruschi,
- dedicarsi a una costante attività fisica.


Informazioni da: (desunto da " Wikipedia ")


Le schede contengono informazioni riguardanti la salute, la forma fisica, l'ambito medico e vari tipi di trattamenti medici riservati esclusivamente all'uso sull'uomo.
Queste informazioni rappresentano soltanto un suggerimento e non intendono sostituire il consiglio del medico o del farmacista.
Le informazioni contenute nelle schede non devono essere usate per diagnosticare alcuna patologia o disturbo fisico ne' per prescrivere o utilizzare eventuali farmaci.
E' opportuno consultare preventivamente sempre un medico o un farmacista.
Le informazioni sono desunte da varie fonti presenti su internet per facilitare il visitatore.