logo pubblica assistenza

Scheda " sciatalgia "



immagine argomento In medicina per sciatalgia o sciatica si intende un dolore che si estende alla gamba partendo dalla parte bassa della schiena. Questo dolore può estendersi alla parte posteriore, esterna o anteriore della gamba.
Tipicamente, questi sintomi appaiono solo su un lato del corpo.


Alcune cause, tuttavia, possono provocare dolore su entrambi i lati.
A volte, ma non sempre, è presente anche il mal di schiena e lombalgia.
Sintomi neurologici come debolezza anche cronica o intorpidimento possono verificarsi in varie parti della gamba e del piede (es. piede cadente o discinesie).

La causa primaria è una radicolopatia, o meno frequentemente una mielopatia o una neuropatia, ai danni della radice del nervo ischiatico, dovute a diversa origine: circa il 90% dei casi di sciatica sono dovuti ad una ernia del disco che preme su una delle vertebre lombari o sulle radici del nervo sacrale.
Altre patologie che possono portare alla sciatica includono la spondilolistesi, la stenosi spinale, la sindrome del piriforme, la spondilosi vertebrale, la spondilite anchilosante, tumori pelvici, lesioni spinali, infezioni dei dischi vertebrali e compressione dovuta alla testa di un feto durante la gravidanza.
Può comparire nelle prime fasi della sindrome della cauda equina.

Il test della sensibilizzazione della gamba è spesso utile nella diagnosi.
Il test è positivo se, quando la gamba viene sollevata mentre una persona è sdraiata sulla schiena, il dolore appare sotto il ginocchio.
Nella maggior parte dei casi non è necessario ricorrere all'imaging biomedico.
Le eccezioni a questo test avvengono quando vi è influenzato l'intestino o la funzionalità della vescica, quando vi è una significativa perdita di sensibilità o debolezza, quando i sintomi persistono per lungo tempo o vi è una preoccupazione riguardo ad un tumore o a un'infezione.
Le condizioni che si possono presentare in modo simile sono le malattie dell'anca.

Il trattamento iniziale è di solito effettuato grazie alla somministrazione di farmaci per il dolore.
In generale si raccomanda che le persone continuino con le loro attività al meglio delle loro capacità.
Spesso tutto ciò che è necessario è il tempo e in circa il 90% delle persone il problema si risolve in meno di sei settimane.
Se il dolore è grave e dura per più di sei settimane, allora la chirurgia può essere un'opzione.
Mentre la chirurgia spesso accelera il miglioramento del dolore, benefici a lungo termine non sono chiari.
L'intervento chirurgico può rendersi necessario se si verificano complicanze, come problemi all'intestino o alla vescica.
Molti trattamenti, tra cui: steroidi, gabapentin, l'agopuntura, il calore o il ghiaccio e la manipolazione vertebrale hanno poche prove a loro sostegno.

A seconda della definizione, dal 2% al 40% delle persone hanno la sciatica a un certo punto della loro vita.
Si presenta più frequentemente tra i 40 e i 50 anni e nel sesso maschile.
La condizione è nota fin dai tempi antichi.
Il primo uso conosciuto delle parola "sciatica" risale al 1451.



Informazioni da: (desunto da " Wikipedia ")


Le schede contengono informazioni riguardanti la salute, la forma fisica, l'ambito medico e vari tipi di trattamenti medici riservati esclusivamente all'uso sull'uomo.
Queste informazioni rappresentano soltanto un suggerimento e non intendono sostituire il consiglio del medico o del farmacista.
Le informazioni contenute nelle schede non devono essere usate per diagnosticare alcuna patologia o disturbo fisico ne' per prescrivere o utilizzare eventuali farmaci.
E' opportuno consultare preventivamente sempre un medico o un farmacista.
Le informazioni sono desunte da varie fonti presenti su internet per facilitare il visitatore.