logo pubblica assistenza

Scheda " rantoli "



immagine argomento Rantoli
Rantolo fu definito dagli antichi quel particolare rumore, di assai grave significato prognostico, che si produce per il passaggio dell'aria attraverso la trachea e il laringe, zone dove l'accumulo di secrezioni è facilitato dal venir meno della coscienza.
È dunque il rumore agonico oggi detto rantolo tracheale. Se apprezzabile a distanza si parla di rantolo orale.

Il nome rantolo è stato poi applicato a tutti i rumori che si producono dall'albero tracheobronchiale, distinguendoli in secchi (i ronchi) e umidi.

Questi si producono quando nel lume bronchiale o in una cavità polmonare patologica sia contenuto un fluido liquido, per cui l'aria che l'attraversa si divide in bolle più o meno grosse, dando origine, allorquando esse scoppiano, a vibrazioni sonore intermittenti che si percepiscono sia nell'inspirazione che all'espirazione.

Le bolle saranno tanto più grosse quanto maggiore è il calibro del bronco.
Più grosse ma anche meno numerose nell'unità di tempo.

Altri fattori poi ne influenzano il diametro, come la velocità della corrente, la quantità di liquido, la sua densità.

I rantoli vengono distinti in
- rantoli a grosse bolle: bronchiti umide acute e croniche, bronchiectasie, caverne.
- rantoli a medie bolle: come i precedenti, e come questi possono essere in- e/o espiratori.
- rantoli a piccole bolle: sono per lo più inspiratori, percepibile all'acme di tale fase.
- rantoli a bolle molto piccole: detti anche subcrepitanti, sono inspiratori e sono da differenziare dai crepitii dell'enfisema sottocutaneo udibile con la sola pressione del fonendo. Devono essere distinti anche dai rantoli crepitanti, di origine polmonare.

Se il bronco pesca al di sotto del livello del liquido all'interno di una caverna, si avranno rantoli gorgoglianti (o cavitari).
Possono giungere in ritardo se le caverne sono grandi (rantoli postespiratori).
Carattere importante dei rantoli è che con la tosse possono sia scomparire che apparire.



Informazioni da: (desunto da " Wikipedia ")


Le schede contengono informazioni riguardanti la salute, la forma fisica, l'ambito medico e vari tipi di trattamenti medici riservati esclusivamente all'uso sull'uomo.
Queste informazioni rappresentano soltanto un suggerimento e non intendono sostituire il consiglio del medico o del farmacista.
Le informazioni contenute nelle schede non devono essere usate per diagnosticare alcuna patologia o disturbo fisico ne' per prescrivere o utilizzare eventuali farmaci.
E' opportuno consultare preventivamente sempre un medico o un farmacista.
Le informazioni sono desunte da varie fonti presenti su internet per facilitare il visitatore.