logo pubblica assistenza

SCHEDA   "LACCIO EMOSTATICO e ARTERIOSO"





Laccio emostatico Il LACCIO EMOSTATICO e' un lungo nastro o tubo di gomma (o altro materiale elastico) che si stringe attorno a un braccio o a una coscia per interrompere il flusso di sangue dell'arto.

Un suo uso molto comune e' quello di produrre un inturgidimento delle vene dell'avambraccio per facilitare le iniezioni endovenose.

Si applica solo in uno dei seguenti casi:
- amputazione o semiamputazione di un arto;
- emorragia inarrestabile in caso di insuccesso della compressione manuale dell'ascella o del braccio, dell' inguine o della coscia;
- schiacciamento di un arto (in questo caso occorre mettere un laccio prima di togliere il peso che gravando sull'arto aveva l'effetto di bloccare anche un'eventuale emorragia);
- fratture esposte sulle quali e' poco prudente esercitare manovre di compressione;
- quando i feriti sono molti ed i primi soccorritori sono in pochi.

Laccio emostatico Il laccio emostatico in questo caso deve essere applicato ad una tensione sufficiente a bloccare il deflusso venoso, senza impedire l'afflusso arterioso.
Nel caso di lesioni traumatiche dei vasi sanguigni, il laccio deve essere applicato con forza tale da comprimere convenientemente il vaso leso unitamente alle altre strutture che lo circondano.
E' da utilizzare con molta prudenza e solo in caso di assoluta necessita'. Questo sistema infatti esclude completamente la circolazione sanguigna con il rischio di procurare una necrosi dei tessuti.
Il laccio va percio' utilizzato solo in casi estremi come la detroncazione di un arto, lo schiacciamento sotto macerie o pesi, o gravi fratture esposte.
Le complicazioni piu' pericolose sono la possibilita' di cancrena ischemica, la paralisi dei tessuti nervosi, lo shock da laccio.
I lacci emostatici si possono improvvisare con strisce di stoffa, sciarpe e stracci di una larghezza di circa 4 o 5 centimetri, legati molto stretti o attorcigliati intorno a un legno o una penna a mo' di torchio.
Non usare mai corde, fili elettrici o stringhe che ledono i tessuti.

LACCIO ARTERIOSO si intende un laccio di diametro supeiore, meno estendibile, utilizzato ell'emostasi (emostasi= arresto emorragie) di gravi emorragie arteriose o di amputazioni di arto.

Le schede contengono informazioni riguardanti la salute, la forma fisica, l'ambito medico e vari tipi di trattamenti medici riservati esclusivamente all'uso sull'uomo.
Queste informazioni rappresentano soltanto un suggerimento e non intendono sostituire il consiglio del medico o del farmacista.
Le informazioni contenute nelle schede non devono essere usate per diagnosticare alcuna patologia o disturbo fisico ne' per prescrivere o utilizzare eventuali farmaci.
E' opportuno consultare preventivamente sempre un medico o un farmacista.
Le informazioni sono desunte da varie fonti presenti su internet per facilitare il visitatore