logo pubblica assistenza

SCHEDA   "IPERCAPNIA"




L' IPERCAPNIA e' L'aumento della quantita' di anidride carbonica presente nel sangue.
Tale fenomeno si verifica in tutti i casi in cui, per processi patologici di varia natura, vengono ostacolati gli scambi gassosi tra l'aria e il sangue a livello del tessuto polmonare.

Ipercapnia L'organismo reagisce a questa condizione, per contrastarla, aumentando la frequenza degli atti respiratori: questo meccanismo di controllo della concentrazione dell'anidride carbonica nel sangue si attiva attraverso una stimolazione del centro respiratorio quando questo meccanismo di compenso viene superato, l'accumulo di anidride carbonica esercita un effetto depressivo sul sistema nervoso centrale, con cefalea, confusione e coma.

Una ipercapnia si osserva costantemente negli stati di insufficienza respiratoria.
La somministrazione di ossigeno puo' aggravare ulteriormente il quadro, stimolando una riduzione ulteriore della frequenza degli atti respiratori.

Tipici esempi di patologie che generano ipercapnia sono l'asma e la broncopneumopatia cronica ostruttiva.
Anche alcune patologie ostruttive delle vie aeree, polmoniti, edema ed embolia polmonare possono causare ipercapnia.
L'organismo risponde creando una sorta di compenso attraverso l'aumento dei bicarbonati (e dunque di basi) nel sangue, correggendo l'acidosi di base e raggiungendo il cosiddetto stato di ipercapnia cronica compensata.
Questo meccanismo compensatorio e' efficace fino a quando il rene riesce a riassorbire gli ioni HCO3- ma puo', dopo un po' di tempo, diventare insufficiente e, comunque, e' di scarsa efficacia se l'ipercapnia si instaura rapidamente (attacco asmatico acuto).

Le schede contengono informazioni riguardanti la salute, la forma fisica, l'ambito medico e vari tipi di trattamenti medici riservati esclusivamente all'uso sull'uomo.
Queste informazioni rappresentano soltanto un suggerimento e non intendono sostituire il consiglio del medico o del farmacista.
Le informazioni contenute nelle schede non devono essere usate per diagnosticare alcuna patologia o disturbo fisico ne' per prescrivere o utilizzare eventuali farmaci.
E' opportuno consultare preventivamente sempre un medico o un farmacista.
Le informazioni sono desunte da varie fonti presenti su internet per facilitare il visitatore