logo pubblica assistenza

SCHEDA   "INFARTO INTESTINALE"



Definizione:
L'infarto intestinale rappresenta la drammatica ed irreversibile conseguenza dell'ischemia mesenterica acuta evoluta verso la necrosi della parete intestinale.

Infarto intestinale Nonostante i progressi dei presidi medico-chirurgici, il tasso di mortalita' che caratterizza tale affezione risulta ancora elevato e cio' e' dovuto, in particolare, al ritardo con cui spesso si giunge alla diagnosi.
Il successo e' invece legato alla precoce individuazione della fase di ischemia acuta, quando non si e' ancora instaurata una condizione di danno irreversibile ed e' possibile effettuare interventi meno demolitivi.
Purtroppo la diagnosi precoce non risulta affatto agevole, a causa della poverta' e soprattutto dell'aspecificita' del quadro clinico e dei dati laboratoristici.
La presenza di addome acuto senza addome acuto, eventuali precedenti anamnestici di angina abdominis, cardiopatie o vasculopatie di altri distretti possono soltanto indurre sospetti.
In questo stadio, neppure le immagini radiologiche standard sono discriminanti.
L'ecocolordoppler non da, in genere, risultati sicuri e non e' spesso attuabile in condizioni di urgenza.
L'angiografia, pur rappresentando un valido strumento diagnostico, si dimostra non poco invasiva e non scevra da rischi anche letali.
L'effettuazione indiscriminata di tale esame ha condotto in passato a trovarsi di fronte al 50% di casi negativi ed ancora oggi, in realta', si tende all'abuso.
Un'innovazione diagnostica in tale campo e' rappresentata dall'esame TC, il quale non solo e' dotato di notevole sensibilita' e specificita', ma risulta non invasivo ed e' di facile attuazione in condizioni d'urgenza, apprestandosi a divenire l'esame di prima scelta nella diagnosi di ischemia mesenterica acuta-infarto intestinale.

Le schede contengono informazioni riguardanti la salute, la forma fisica, l'ambito medico e vari tipi di trattamenti medici riservati esclusivamente all'uso sull'uomo.
Queste informazioni rappresentano soltanto un suggerimento e non intendono sostituire il consiglio del medico o del farmacista.
Le informazioni contenute nelle schede non devono essere usate per diagnosticare alcuna patologia o disturbo fisico ne' per prescrivere o utilizzare eventuali farmaci.
E' opportuno consultare preventivamente sempre un medico o un farmacista.
Le informazioni sono desunte da varie fonti presenti su internet per facilitare il visitatore