logo pubblica assistenza

SCHEDA   "Cannula di Guedel"




Definizione cannula di Guedel

La cannula oro-faringea detta anche cannula di Guedel, e' un presidio medico utilizzato per ripristinare e mantenere la pervieta' delle vie aeree e serve principalmente ad evitare che la lingua del paziente vada ad ostruire il passaggio dell'aria verso i polmoni.
Ne esistono, come si vede, di varie misure per permettere alla parte finale della cannula di posizionarsi esattamente tra le tonsille palatine.
Per questo motivo queste cannule non vanno confuse con il tubo endotracheale usato nelle intubazioni che e' un presidio di uso solo da parte di personale infermieristico e/o medico.
Guedel La cannula di Guedel viene invece usata anche dai volontari soccorritori per mantenere la pervieta' delle vie aeree di modo da non dover avere un soccorritore che mantenga la testa in iperestensione oppure nei casi di un incidente traumatico in cui non e' possibile eseguire quest'ultima manovra e in cui la sublussazione della mandibola risulta troppo faticosa da mantenere.
La cannula va inserita solo e soltanto in pazienti incoscienti in quanto, se usata in pazienti coscienti, il paziente reagisce con l'espulsione della cannula, con connati di vomito e tosse anzi, nel caso di paziente incosciente e/o in arresto cardiocircolatorio, l'espulsione della cannula di Guedel e quindi, il ritorno del riflesso esofageo, viene visto come un segno di circolo che interrompe la pratica del BLS e attiva la rivalutazione dei parametri vitali.

Per introdurre la cannula e' necessario innanzitutto scegliere la misura corretta.
Si fa questo posizionando un lato della cannula sul lobo dell'orecchio del paziente.
Quella di lunghezza corretta avra' l'altro lato esattamente all'angolo della bocca.

Indi si iperestende il capo del paziente o si sublussa la mandibola, si apre la bocca del paziente usando il pollice e l'indice della mano e si inserisce la cannula in bocca con la parte terminale della cannula che sbatte sul palato.
Si continua l'inserimento finche' non si sente che il palato non offre piu' resistenza.
A quel punto si ruota la cannula a 180° completando l'inserimento fino a che la parte piatta terminale della cannula non aderisca perfettamente alle labbra del paziente.
Una volta inserita la cannula e' possibile iniziare e/o continuare con la respirazione assistita preferibilmente con il pallone ambu nel caso il paziente non respiri autonomamente.
Nel caso di presenza di liquidi nel cavo orale, si puo' usare l'aspiratore inserendolo direttamente all'interno della cavita' della cannula.



Le schede contengono informazioni riguardanti la salute, la forma fisica, l'ambito medico e vari tipi di trattamenti medici riservati esclusivamente all'uso sull'uomo.
Queste informazioni rappresentano soltanto un suggerimento e non intendono sostituire il consiglio del medico o del farmacista.
Le informazioni contenute nelle schede non devono essere usate per diagnosticare alcuna patologia o disturbo fisico ne' per prescrivere o utilizzare eventuali farmaci.
E' opportuno consultare preventivamente sempre un medico o un farmacista.
Le informazioni sono desunte da varie fonti presenti su internet per facilitare il visitatore