logo pubblica assistenza

Scheda " fonendoscopio "



immagine batteri Lo stetofonendoscopio è uno strumento utilizzato perlopiù in campo medico.
Lo stetofonendoscopio è da molti identificato come il simbolo stesso di questa professione.
Lo stetoscopio acustico è il più comune, e funziona tramite la trasmissione di suoni dal petto, attraverso dei canali contenenti aria, alle orecchie dell'uditore.
La parte finale, che viene posizionata sul petto del paziente, può avere forma di disco o a campana. Quello a forma di disco trasmette meglio le onde sonore a più alta frequenza, quello a campana le onde a bassa frequenza.

Il funzionamento da un punto di vista fisico è il seguente:
La pelle sotto la campana aperta funziona come un diaframma il quale possiede una frequenza di risonanza che è proporzionale alla compressione della pelle ed inversamente proporzionale al diametro della campana stessa.
Ciò implica una certa variabilità nella frequenza di risonanza, per cui un suono cardiaco (a bassa frequenza), può non essere percepito attraverso lo strumento di auscultazione se questo viene premuto fortemente contro la pelle.
La campana chiusa dello stetoscopio invece, non è altro che una campana dotata di un diaframma con una sua frequenza di risonanza, di solito abbastanza elevata da smorzare i suoni a bassa frequenza.
Di conseguenza, lo stetoscopio a campana chiusa viene utilizzato soprattutto nell'auscultazione dei suoni polmonari, i quali hanno una frequenza meno elevata di quelli cardiaci.

Lo stetoscopio biauricolare fu inventato da Rappaport e Sprague agli inizi del XX secolo.

Uno dei problemi degli stetoscopi acustici è il basso volume del suono trasmesso.
Ne consegue, molto spesso, una difficoltà nell'eseguire una diagnosi precisa.

Lo stetoscopio elettronico permette di udire anche i suoni più deboli, amplificandoli.
A differenza degli stetoscopi acustici, che sono tutti basati sullo stesso metodo di funzionamento, gli stetoscopi elettronici variano molto tra un modello e l'altro.
I più semplici funzionano grazie ad un microfono applicato al petto del paziente, ma, di contro, risentono del suono dell'ambiente esterno, che spesso causa interferenze.
Altri, più complessi, trasformano in onde sonore gli impulsi elettrici, così da poter essere amplificate per un migliore ascolto.
Esistono anche degli stetoscopi elettronici che grazie alla tecnologia bluetooth trasferiscono i suoni registrati dal paziente al computer, per un successivo riascolto o ancora meglio per una continua comparazione nel tempo, ovvero anche con banche dati anonime di valori cardiaci alimentate su Internet (Eko Core).v Recentemente, alcuni stetoscopi elettronici sono stati dotati di filtri, allo scopo di eliminare le interferenze sonore esterne.



Informazioni da: (desunto da " Wikipedia ")


Le schede contengono informazioni riguardanti la salute, la forma fisica, l'ambito medico e vari tipi di trattamenti medici riservati esclusivamente all'uso sull'uomo.
Queste informazioni rappresentano soltanto un suggerimento e non intendono sostituire il consiglio del medico o del farmacista.
Le informazioni contenute nelle schede non devono essere usate per diagnosticare alcuna patologia o disturbo fisico ne' per prescrivere o utilizzare eventuali farmaci.
E' opportuno consultare preventivamente sempre un medico o un farmacista.
Le informazioni sono desunte da varie fonti presenti su internet per facilitare il visitatore.