logo pubblica assistenza

Scheda " flogosi "



immagine batteri La flogosi, più comunemente infiammazione, è un meccanismo o reazione (che può essere acuta o cronica) da parte del nostro organismo di difesa innato che reagisce a stimoli dannosi di vario tipo:
- irritativo;
- allergico;
- infettivo;


Lo scopo della flogosi è la protezione, la conseguente eliminazione della causa iniziale di danno cellulare o tissutale e l'avvio del processo riparativo.
La reazione infiammatoria o flogosi comprende diversi fenomeni clinici come:
- gonfiore locale (vedi anche edema) o tumefazione;
- arrossamento;
- aumento della temperatura corporea (febbre) e dolore;
- aumento della temperatura nella zona corporea interessata;


Quanti tipi di flogosi esistono?
L'infiammazione o flogosi può essere di due tipi e viene scissa secondo un criterio temporale in:
- infiammazione o flogosi acuta;
- infiammazione o flogosi cronica, questa viene a sua volta distinta in base ad un criterio spaziale in diffusa (cronica interstiziale) oppure circoscritta (cronica granulomatosa);


Flogosi acuta: di cosa si tratta:
L'infiammazione o flogosi acuta si caratterizza per il suo particolare inizio rapido o precoce allo stimolo lesivo e per la sua risoluzione rapida. Si caratterizza per:
- modificazioni vascolari;
- passaggio dei leucociti (globuli bianchi) dal letto capillare al tessuto leso;
- migrazione dei leucociti all'interno del tessuto soggetto al processo flogistico;


Queste infiammazioni acute possono essere generate da diverse tipologie di stimoli lesivi come:
le infezioni di qualsiasi tipo sono le più comuni forme d'insorgenza dell'infiammazione;
la risposta immunitaria in seguito all'infezione da parte di un organismo patogeno;
la necrosi provoca in tutti i casi infiammazione acuta nei tessuti circostanti perché rilascia numeroso molecole proinfiammatorie;
l'ipossia;
i corpi estranei di qualsiasi tipo essi siano possono causare infiammazione per via di lesioni tissutali o infezioni;

Flogosi cronica: di cosa parliamo
Con flogosi cronica indichiamo un processo flogistico di più lunga durata dove coesiste una forma di infiammazione attiva, la distruzione tissutale e il successivo tentativo di riparazione.
Queste infiammazioni croniche possono derivare da un'infiammazione acuta non completamente risolta; gli antigeni flogogeni non sono stati raggiungibili dai sistemi di difesa e hanno generato un'infiammazione cronica.
L'indice di cronocità dell'infiammazione è dato dalla quantità di tessuto di granulazione.



Informazioni da: (desunto da " PagineMediche ")


Le schede contengono informazioni riguardanti la salute, la forma fisica, l'ambito medico e vari tipi di trattamenti medici riservati esclusivamente all'uso sull'uomo.
Queste informazioni rappresentano soltanto un suggerimento e non intendono sostituire il consiglio del medico o del farmacista.
Le informazioni contenute nelle schede non devono essere usate per diagnosticare alcuna patologia o disturbo fisico ne' per prescrivere o utilizzare eventuali farmaci.
E' opportuno consultare preventivamente sempre un medico o un farmacista.
Le informazioni sono desunte da varie fonti presenti su internet per facilitare il visitatore.