logo pubblica assistenza

SCHEDA  ANTIPIRETICO



Si definisce antipiretico qualsiasi principio attivo capace di ridurre la temperatura corporea durante gli stati febbrili.

Antipiretico Ricordiamo che la febbre e' una condizione fisiopatologica caratterizzata da un abnorme incremento della temperatura corporea, indipendente da eventuali mutamenti delle condizioni climatiche esterne.
La febbre e' interpretabile come un sistema adattativo innescato dall'organismo per ridurre la moltiplicazione microbica e stimolare la risposta immunitaria.
Classificazione

Valore in °C
sub - febbrile 37 - 37,4
febbricola 37,5 - 37,9
febbre moderata 38 - 38,9
febbre elevata 39 - 39,9
iperpiressia >40


Anche per questo motivo, gli antipiretici devono essere utilizzati con criterio, riservandone l'assunzione ai casi di reale necessita'.

In genere, l'abuso o il cattivo utilizzo di farmaci antipiretici puo' scatenare reazioni allergiche, causare problemi a livello gastrico o epatico, occultare una sintomatologia poco chiara e soffocare un meccanismo comunque utile per diminuire la virulenza di certi patogeni e stimolare la risposta immunologica.
In genere, l'utilizzo di antipiretici e' consigliato quando la temperatura corporea supera i 39-40 °C, affiancandolo eventualmente a mezzi fisici: le spugnature con acqua fredda, per esempio, hanno dimostrato una discreta attivita' antipiretica.



Le schede contengono informazioni riguardanti la salute, la forma fisica, l'ambito medico e vari tipi di trattamenti medici riservati esclusivamente all'uso sull'uomo.
Queste informazioni rappresentano soltanto un suggerimento e non intendono sostituire il consiglio del medico o del farmacista.
Le informazioni contenute nelle schede non devono essere usate per diagnosticare alcuna patologia o disturbo fisico ne' per prescrivere o utilizzare eventuali farmaci.
E' opportuno consultare preventivamente sempre un medico o un farmacista.
Le informazioni sono desunte da varie fonti presenti su internet per facilitare il visitatore